American BBQ

American BBQ


Dire BBQ negli U.S.A non significa parlare di gastronomia, ma di cultura e tradizione, di un’abitudine imprescindibile per ogni “buon” padre di famiglia statunitense. Insomma negli Stati Uniti il barbecue, senza esagerare, è una sorta di religione culinaria con rituali e occasioni comandate, su tutte: il Super Bowl e l’Indipendence Day del 4 Luglio.

Secondo le statistiche possiamo trovare un barbecue in 4 case americane su 5; inoltre secondo dati ufficiali della locale associazione degli allevatori, i tagli di carne ‘da griglia’ costituiscono i 2/3 dell’intero mercato delle carni negli Stati Uniti.

Il BBQ è visto come una specialità tipicamente made in USA, ma non c’è un’unica via all’american barbecue: esistono vari stili regionali e più in generale possiamo individuare una dicotomia Est/Ovest per cui al di qua del Mississippi, nella parte orientale, BBQ significa essenzialmente maiale, mentre nella parte occidentale, soprattutto in Texas, si preferisce il beef, ovvero il manzo. Se è vero che si distinguono di solito diversi stili regionali, in assoluto l’american barbecue è la ‘religione’ della cottura lenta e prolungata (low & slow). 

In Carolina la specialità è la spalla di maiale, con cui si prepara il celeberrimo ‘pulled pork’ letteralmente il maiale sbriciolato, servito tipicamente dentro un enorme panino, accompagnato dalle tipiche salse barbecue dolciastre a base di aceto bianco o aceto di sidro.

In un vero barbecue texano non può mancare il ‘brisket’, ovvero la punta di petto. Anche in questo caso si segue una cottura low & slow, che dura anche 16 ore, al termine della quale si dovrebbe ammirare lo smoke ring, un fascia rosata sulla sezione del pezzo di carne cotto. Il brisket viene servito tagliato a fette e di solito accompagnato da salse piccanti.

A Memphis, nel Tennessee, invece, vincono le ribs ovvero le costine di maiale. Secondo il Memphis style le ribs sono dry, secche, asciutte, poiché il rub, il misto di spezie usato per condire la carne, viene messo appunto a secco, dopo la cottura. Più a nord, a Kansas City, invece, le ribs piacciono ‘wet’ ovvero bagnate dalle salse, quella tipica è densa e dolciastra a base di pomodoro.

Stampa Stampa Invia ad un amico Mail   Condividi Facebook Twitter
 
AIA
© AIA Agricola Italiana Alimentare - P.I 00233470236 - Copyright 2011 - Carnealfucoco.it - All Right Reserved
  Powered by Romavirtuale.com & INC